Home martedì 2 marzo 2021 Registrazione Login

Benvenuti Riduci

BENVENUTI!
nel sito dell'Unità Pastorale
di Magré, Monte Magré e Ca' Trenta

- Archivio dei foglietti settimanali in pdf (quelli che si trovano in fondo alle Chiese);
- L'orario delle messe delle parrocchie del vicariato (sotto "Vita della comunità");

- Ogni mercoledì Lectio Divina per tutti in Canonica dalle 20.30 alle 21.30 (ora su Meet);
- I numeri del Camminiamo Insieme dal 2005 ad oggi, scaricabili e consultabili on-line;
- La proposta degli Itinerari Battesimali illustrata nei suoi vari momenti con il depliand  (menù "Pastorale Familiare");
- Composizione del Consiglio Pastorale Unitario;
- Cenni storici e links riguardanti le Chiese parrocchiali;

- Il libretto con i canti consultabili in ordine alfabetico.



Per inserzioni o segnalazioni
chiamate in canonica 0445 520744

email: magre@parrocchia.vicenza.it




Registrare
Hai dimenticato la Password ?

Foglietto Settimanale
Camminiamo Insieme
Muciòn Riduci
Muciòn

Siti Amici - Link Utili Riduci

Scuola Materna
Pellegrinaggio Madonna della Corona Riduci
Pellegrinaggio Monte Magrè - Madonna della Corona

Utenti Online Riduci
Persone On-line Persone Online:
Visitatori Visitatori: 12
Membri Iscritti: 0
Totale Totale: 12

Online adesso Adesso Online:

UNITÀ PASTORALE DI MAGRÈ, MONTE MAGRÈ E CA' TRENTA Riduci
FOGLIETTO SETTIMANALE - giovedì 25 febbraio 2021
Restiamo Uniti (49) - mercoledì 24 febbraio 2021

Cari amici,

Ho assistito qualche giorno fa davanti ad un tabaccaio ad una scena abbastanza in apparenza banale. E’ uscita dal negozio una signora, che ha borbottato ad alta voce “no xe ciàpa mai gnente”!. Ho risposto con un sorrisetto e sono entrato nel negozio. Sul bancone c’erano ancora cinque tagliandi “gratta e vinci”: la causa dello scontento della signora. Conosco la persona, e so che non naviga nell’oro, mi è inevitabile pensare: “perché butta via i soldi così”?. Si tratta di un caso di “ludopatia”. Si comincia con qualche piccola somma, poi il meccanismo psicologico ti prende, si alza la posta, entrano “giustificazioni” fasulle e la spirale si innesca. Leggendo ho trovato dei dati a dir poco allarmanti. Stanno dilagando in Italia slot machine, scommesse e meccanismi svuota portafogli e soprattutto svuota vita. Ed è su quest’ultimo aspetto che io vorrei che riflettessimo un poco. Questo “tentare la fortuna” non produce nulla, ma distrugge la vita, il benessere, la serenità e la coesione delle famiglie. Non fa affatto divertire, come sembrerebbe suggerire il termine “gioco”. Fa invece invertire il senso dell’esistenza. Offre ai babbei l’illusione della fortuna, e porta ben presto alla dolorosa disillusione e alla dipendenza. Più di qualcuno aspetta il giorno della riscossione della pensione per fiondarsi a giocare parte del gruzzolo. Ma non è così che possiamo cambiare le nostre esistenze. Ho letto su riviste bene informate che nel 2019, sono stati buttati in questo modo più di 110 miliardi. E’ un “fatturato” costituito dalle perdite al gioco di quei poveracci che si lasciano illudere. Spero che la pandemia abbia ridotto questa cifra, ma non sono riuscito ad avere informazioni sicure. Ma so per certo che la Chiesa Italiana ha messo in campo delle Fondazioni antiusura per le persone vittime dell’azzardo e degli strozzini malavitosi che si travestono da “salvatori”. Credo che una delle debolezze educative sia anche quella del gioco compulsivo. Fa male alla società perché costruisce l’illusione che non siano sufficienti dedizione, competenza, impegno e amore per avere una vita serena, ma che ci voglia un colpo di “vento” del “destino”. Le cose potrebbero cambiare se davanti alla slot machine ci mettessimo la gigantografia di qualche piccolo affamato? Non aspettiamo che l’industria del gioco d’azzardo lo faccia. Ma peHo assistito qualche giorno fa davanti ad un tabaccaio ad una scena abbastanza in apparenza banale. E’ uscita dal negozio una signora, che ha borbottato ad alta voce “no xe ciàpa mai gnente”!. Ho risposto con un sorrisetto e sono entrato nel negozio. Sul bancone c’erano ancora cinque tagliandi “gratta e vinci”: la causa dello scontento della signora. Conosco la persona, e so che non naviga nell’oro, mi è inevitabile pensare: “perché butta via i soldi così”?. Si tratta di un caso di “ludopatia”. Si comincia con qualche piccola somma, poi il meccanismo psicologico ti prende, si alza la posta, entrano “giustificazioni” fasulle e la spirale si innesca. Leggendo ho trovato dei dati a dir poco allarmanti. Stanno dilagando in Italia slot machine, scommesse e meccanismi svuota portafogli e soprattutto svuota vita. Ed è su quest’ultimo aspetto che io vorrei che riflettessimo un poco. Questo “tentare la fortuna” non produce nulla, ma distrugge la vita, il benessere, la serenità e la coesione delle famiglie. Non fa affatto divertire, come sembrerebbe suggerire il termine “gioco”. Fa invece invertire il senso dell’esistenza. Offre ai babbei l’illusione della fortuna, e porta ben presto alla dolorosa disillusione e alla dipendenza. Più di qualcuno aspetta il giorno della riscossione della pensione per fiondarsi a giocare parte del gruzzolo. Ma non è così che possiamo cambiare le nostre esistenze. Ho letto su riviste bene informate che nel 2019, sono stati buttati in questo modo più di 110 miliardi. E’ un “fatturato” costituito dalle perdite al gioco di quei poveracci che si lasciano illudere. Spero che la pandemia abbia ridotto questa cifra, ma non sono riuscito ad avere informazioni sicure. Ma so per certo che la Chiesa Italiana ha messo in campo delle Fondazioni antiusura per le persone vittime dell’azzardo e degli strozzini malavitosi che si travestono da “salvatori”. Credo che una delle debolezze educative sia anche quella del gioco compulsivo. Fa male alla società perché costruisce l’illusione che non siano sufficienti dedizione, competenza, impegno e amore per avere una vita serena, ma che ci voglia un colpo di “vento” del “destino”. Le cose potrebbero cambiare se davanti alla slot machine ci mettessimo la gigantografia di qualche piccolo affamato? Non aspettiamo che l’industria del gioco d’azzardo lo faccia. Ma pensiamoci noi, per davvero.

don Luigino, con i preti della parrocchia e il diacono Roberto

 maggiori informazioni ...

Vuoi partecipare alla Lectio? - mercoledì 24 febbraio 2021

Stasera, mercoledì 24 febbraio, riprendiamo.

Gli incontri sono aperti a tutti (si, anche a te!).

Ecco qui il link per partecipare alla Lectio del mercoledì sera ore 20.30

Basta cliccare e collegarsi

Ci vediamo
Ecco il Foglio della lectio]

 

Materiali della Pastorale della Famiglia - giovedì 7 gennaio 2021

 

Proposta diocesana per la Preghiera in famiglia  

Clicca qui per la presentazione

 

Canale YouTube della Diocesi

 

Nuovi orari delle messe - martedì 5 gennaio 2021

Da domenica 17 gennaio 2021 l’orario delle sante messe domenicali viene mutato secondo quanto stabilito col Consiglio Pastorale e sarà il seguente:
Prefestive: 18,30 a Ca Trenta e a S,. Benedetto.
Festive: ore 9,00 in parrocchia e a M.Magrè.
ore 10,30 a Ca’ Trenta
ore 18,30 a S. Benedetto

Nelle occasioni straordinarie (Battesimi, Prime Comunioni, Cresime, etc.) tornerà la messa delle 10,30 a S. Benedetto per tutta l’Unità Pastorale.

 

Il gusto delle Scritture: narrare la Parola - martedì 5 gennaio 2021

L'ufficio diocesano per l'Evangelizzazione e la Catechesi, il gruppo di lavoro per la catechesi biblico simbolica, con il patrocinio del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione propongono un percorso in 10 tappe sulla Parola di Dio a partire da martedì 5 gennaio 2021.

Playlist Youtube con i video

 

Libretto dei canti in ordine alfabetico - sabato 2 gennaio 2021

Non potendo sfogliare il libretto cartaceo, si offre la possibilità di consultare i testi aprendo questo link.

Troverete i canti in ordine alfabetico.
Basta aprire la pagina con la lettera iniziale del canto e cliccare sul nome del canto nel sommario per poter leggere il testo.

Buon canto!

 maggiori informazioni ...

Camminiamo Insieme di Natale 2020 - sabato 19 dicembre 2020

 

Clicca sull'immagine per leggere.
Auguri dalla Redazione

 

Caritas - mercoledì 10 giugno 2020

Il Centro di Ascolto Caritas e il luogo di distribuzione delle sporte Caritas sono stati spostati dalla canonica in un’aula sotto la chiesa di S. Benedetto per esigenze sanitarie. Cominceranno a funzionare da venerdì 05/06 dalle 15,30 alle 17,00 solo su appuntamento: tel 3348443994.

Lunedì 08/06, 15,30-17,30 distribuzione alimentari a S. Benedetto.

Domenica 14/06 riprende la raccolta delle sporte Caritas.

 

Ritorniamo in Chiesa per celebrare - domenica 24 maggio 2020

Ringraziamo il Signore e gustiamo la gioia di riprendere a celebrare insieme dopo lungo tempo. Ci sono delle attenzioni da avere venendo in chiesa. Le troverete scritte anche alle porte delle chiese. Cercheremo di celebrare nel migliore dei modi, anche se non sono permessi aiuti cartacei o gruppi corali.
Verrete alla chiesa indossando la mascherina perché la chiesa è un luogo pubblico. Occupiamo solo i posti contrassegnati dalla etichetta con cerchietto verde seguendo le indicazioni delle persone preposte alla accoglienza. La disponibilità di posti in chiesa è la seguente:
• S. Benedetto 200 (massimo numero consentito al chiuso)
• Ca’ Trenta 158
• Parrocchiale 150
• Monte Magrè 70
• Muciòn 36
L’offerta sarà depositata solo nelle apposite cassette alle porte d’entrata e di uscita. L’accostarsi alla comunione è consentito solo indossando la mascherina, mantenendo la distanza nella fila, ricevendola sulla mano, e la assumerete spostandovi di lato e abbassando la mascherina.
Viene chiesto che qualcuno dia una mano al termine di ogni celebrazione per igienizzare gli ambienti. Ci sarà una persona responsabile che soprassiederà e terrà un diario delle igienizzazioni.

 maggiori informazioni ...

Camminiamo Insieme di Pasqua 2020 - domenica 12 aprile 2020

 

Regolamento Asilo Vecchio - mercoledì 21 febbraio 2018
Inserto "Confessarsi conviene" - sabato 26 ottobre 2013

Ogni sabato dalle 16.00 alle 18.00 ci sono dei presbiteri a disposizione per il sacramento della confessione in Chiesa Parrocchiale e a San Benedetto.
Leggi l'inserto al foglietto domenicale della XXX^ domenica C

 maggiori informazioni ...

Centro Aiuto alla Vita - domenica 13 febbraio 2011

Centro Aiuto alla Vita di Schio in Via S. Camillo de Lellis, 3, è sorto con lo scopo di essere vicino alle donne in diffi coltà per una maternità inattesa, indesiderata o sofferenti per la sindrome post aborto.
L’Associazione offre sostegno psicologico e aiuti concreti (latte artifi ciale, pannolini, indumenti, attrezzature) e ospitalità a ragazze madri presso la Casa di Accoglienza Aurora e custodisce i bimbi di madri sole presso il Fiordaliso. Organizza incontri, eventi e concorsi scolastici per diffondere cultura per la vita

Telefono: 0445 528777
cav.schio@libero.it

 

 

Non sei solo - venerdì 11 febbraio 2011

Hai bisogno di aiuto o senti di voler aiutare qualcuno?

Ecco tutte le iniziative e i gruppi di volontariato presenti sul territorio di Schio e dell'Alto Vicentino.

A cura della Caritas

 


Deposito elaborati Riduci
In questa sezione potete inviare i vs elaborati. Per essere abilitati ad inviare i file dovete però registrarvi. Grazie per la vs. collaborazione
Cerca

XXIX Giornata Mondiale del Malato

Il versetto evangelico che fa da sfondo alla proposta di questa Giornata Mondiale del Malato 2021 è tratto dal Vangelo di Matteo: “Uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli” (Mt23,8). La riflessione verte sul tema centrale della relazione interpersonale di fiducia, quale fondamento della cura olistica del malato. In sostanza siamo chiamati a riflettere e rendere operativo il nostro comune impegno di prossimità cristiana verso chi soffre, ricordandoci l’un  l’altro  che  siamo  fratelli  legati  dalla  fragilità  esistenziale  e  compiamo  questo  servizio  nel nome di Gesù, il Cristo, l’unico Maestro, portatore di ristoro, speranza, consolazione.Alla luce di queste premesse, teniamo presenti due semplici osservazioni che potrebbero risultare  utili  nel  trasformare  la  nostra  riflessione  in  proposte  concrete  di  impegno  ed  attività.

Proprio perché viviamo l’unica fraternità, anche la fragilità è casa comune di chi aiuta e di chi viene aiutato; provocazione, oggi più che mai, alla speranza. La fragilità non ci è estranea, viviamo in essa la condizione tipica esperienziale dell’esistenza.

La fraternità che ci collega, seppure siamo fragili, incrocia quotidianamente la nostra testimonianza,  che  come  cristiani  siamo  chiamati  ad  esprimere  attraverso  un  vissuto credibile. Come discepoli del Maestro, ancor più in questo particolare periodo storico,  così  segnato  dalla  fragilità  collettiva  della  famiglia  umana,  siamo  invitati  a  costruire la Chiesa samaritana capace di carità, solidarietà e consolazione.
Questo è forse, nella duplice direzione proposta, il primo passo da compiere per cogliere il dono intrinseco ad ogni dolore umano: solo intervenendo insieme, con i propri talenti e presenze generose, si è capaci di condividere i disagi della sofferenza, rompendo il circolo vizioso tra isolamento e solitudine, imparando a prendersi cura dell’altro che il Signore ha posto accanto, come compagno di viaggio, nel percorso della vita.

Messaggio del Papa



Dimensione file 594 K
Download 0
Data ven 02/05/2021 @ 07:40
Autore Lorenz Danzo
EMail
    DOWNLOAD

LIBERTÀ E VITA

La Pastorale familiare e altre associazioni della Diocesi di Vicenza, in vista della Giornata per la vita, che si celebrerà Domenica 7 febbraio, propone la Veglia Diocesana di preghiera per la Vita, Venerdì 5 febbraio, quest’annonella chiesa dei Santi Gervasio e Protasio di Torri di Quartesolo, alle ore 20.

La partecipazione in presenza, compatibilmente con le norme vigenti, è prevista solo per i parroci, i gruppi famiglia e lecoppie che abitano nelle vicinanze della chiesa, per tutti gli altri, come  momento  di  ecclesialità  e  unione  di  intenti  e  convinzioni,  chiediamo  di  unirsi attraverso il sito www.parrocchiatorri.ord.

Libertà  e vita. Con un  tocco di ironia, perché da  tempo  siamo più  prigionieri  che liberi, i Vescovi italiani ci consegnano questo tema per la 43esima Giornata Nazionale della Vita, il 7 febbraio 2021. In tempo di pandemia qual è il senso della libertà? Qual è il suo significato sociale, politico e religioso?" La Giornata per la Vita 2021 vuol essere un’occasione preziosa per sensibilizzare tutti al valore dell’autentica libertà,  nella  prospettiva  di  un  suo  esercizio  a  servizio  della  vita:  la libertà non è il fine, ma lo “strumento” per raggiungere il bene proprioe degli altri, un bene strettamente interconnesso -si legge nel messaggio dei vescovi italiani -A ben pensarci, la vera questione umana non è la libertà, ma l'uso di essa. La libertà può distruggere se stessa: si può perdere!".

Con queste e altre parole che possiamo leggere nel Messaggio per questa giornata, i Vescovi ci esortano a dare il giusto rilievo a questa giornata, ricordando quanto siano diminuite le nascite di bambini negli ultimi anni. La denatalità è un segnale chiaro di come guardiamo al futuro con paura e trepidazione. Ma noi possiamo contare con l’aiuto del Dio della Vita e a lui rivolgiamo le nostre preghiere. Per questo vi inviamo la veglia di Preghiera, il manifesto della giornata e alcune schede con la preghiera di usarle e diffonderle nelle liturgie e nella catechesi.  Ci  uniamo  nella  preghiera  per  chiedere  al  Signore  il  dono  di  nuove  vite  e  ci impegniamo ad aiutare ogni persona a vivere la libertà con grande responsabilità.

Don Flavio Marchesini



Dimensione file 171 K
Download 0
Data gio 01/28/2021 @ 10:32
Autore Lorenz Danzo
EMail
    DOWNLOAD

Festival Biblico 'Siete tutti fratelli'

La nuova edizione si aprirà il 24 gennaio in occasione della 'Domenica della Parola'.

“Siete tutti fratelli”: è questo il titolo dell’edizione 2021 del Festival Biblico che, riprendendo parte delle parole di Gesù attestate in un versetto che ricorre parallelo nei tre Vangeli sinottici, porrà al centro del proprio percorso la fratellanza universale. Un tema che - come ha fatto papa Francesco ispirandosi a Francesco d’Assisi con l'enciclica 'Fratelli tutti' sulla fraternità e l'amicizia sociale - è oggi particolarmente signifi- cativo e necessario sottolineare.

Il Festival Biblico proseguirà il lavoro intrapreso nel 2020, dando vita nel corso dell’anno a una programmazione mista in cui eventi e format “digitali” si alterneranno a momenti dal vivo e che si aprirà domenica 24 gennaio - in occasione della Domenica della Parola - con un appuntamento on line che ospiterà Mariangela Gualtieri, scrittrice, poetessa e attrice, e padre Francesco Bernardo Maria Gianni, abate di San Miniato al Monte, moderati dallo scrittore e conduttore Edoardo Camurri.



Dimensione file 136 K
Download 0
Data lun 01/18/2021 @ 02:58
Autore Lorenz Danzo
EMail
    DOWNLOAD

Rimanete nel mio amore: Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani

La Settimana di preghiera per l'unità dei cristianisi si svolgerà dal 18 al 25 gennaio, nel rispetto dei vincoli previsti per l'emergenza pandemica.
 
Ad aprire la settimana dal titolo 'Rimanete nel mio amore: produrrete molto frutto' lunedì 18 gennaio l'incontro di preghiera con la comunità serbo-ortodossa alle 20.30 nella chiesa di S. Giovanni Battista ad Arzignano.
 
Mercoledì 20 gennaio alle 20.30 nella chiesa di San Carlo del Villaggio del Sole a Vicenza preghiera con i pentecostali.
 
Il giorno dopo, 21 gennaio, nella chiesa di San Francesco a Bassano alle 20.30 incontro ecumenico di preghiera e il 22 gennaio nella parrocchia di S. Croce (Carmini) a Vicenza preghiera con le comunità ortodosse, serba, moldavo-russa e rumena.
 
Sabato 23 gennaio il vescovo Beniamino parteciperà alla veglia ecumenica nella chiesa dei SS. Felice e Fortunato.
 
Il 24 alle 17 celebrazione ecumenica nella chiesa di S. Antonio a Schio e il 25 gennaio alle 20.30 nella chiesa di San Bonifacio preghiera con la comunità rumeno-ortodossa.



Dimensione file 242 K
Download 0
Data lun 01/18/2021 @ 10:59
Autore Lorenz Danzo
EMail
    DOWNLOAD

LA CULTURA DELLA CURA COME PERCORSO DI PACE

Il 2020 è stato segnato dalla grande crisi sanitaria del Covid-19, trasformatasi in un fenomeno multisettoriale e globale, aggravando crisi tra loro fortemente interrelate, come quelle climatica, alimentare, economica e migratoria, e provocando pesanti sofferenze e disagi. Penso anzitutto a coloro che hanno perso un familiare o una persona cara, ma anche a quanti sono rimasti senza lavoro. Un ricordo speciale va ai medici, agli infermieri, ai farmacisti, ai ricercatori, ai volontari, ai cappellani e al personale di ospedali e centri sanitari, che si sono prodigati e continuano a farlo, con grandi fatiche e sacrifici, al punto che alcuni di loro sono morti nel tentativo di essere accanto ai malati, di alleviarne le sofferenze o salvarne la vita. Nel rendere omaggio a queste persone, rinnovo l’appello ai responsabili politici e al settore privato affinché adottino le misure adeguate a garantire l’accesso ai vaccini contro il Covid-19 e alle tecnologie essenziali necessarie per assistere i malati e tutti coloro che sono più poveri e più fragili.

Duole constatare che, accanto a numerose testimonianze di carità e solidarietà, prendono purtroppo nuovo slancio diverse forme di nazionalismo, razzismo, xenofobia e anche guerre e conflitti che seminano morte e distruzione.

Questi e altri eventi, che hanno segnato il cammino dell’umanità nell’anno trascorso, ci insegnano l’importanza di prenderci cura gli uni degli altri e del creato, per costruire una società fondata su rapporti di fratellanza. Perciò ho scelto come tema di questo messaggio: La cultura della cura come percorso di pace. Cultura della cura per debellare la cultura dell’indifferenza, dello scarto e dello scontro, oggi spesso prevalente.



Dimensione file 150 K
Download 0
Data ven 01/01/2021 @ 05:43
Autore Lorenz Danzo
EMail
    DOWNLOAD

< INDIETRO  1 di 18  AVANTI >

Dichiarazione per la Privacy Condizioni d'Uso Home |-:-| Vita della Comunità |-:-| Pastorale Giovanile |-:-| Pastorale Familiare |-:-| Volontariato |-:-| Liturgia e Preghiera |-:-| CPU |-:-| Strutture |-:-| Cenni Storici |-:-| Contatti |-:-| Vita Consacrata |-:-| Presepe
Copyright (c) 2007